Se questa è innovazione…..

20141205071036-01-kOkF--592x444@Corriereinnovazione[1]http://corriereinnovazione.corriere.it/sistemi/2015/26-gennaio-2015/temperatura-casa-come-farla-salire-due-gradi-senza-spendere-230893370826.shtml Se avessi detto a mia nonna Emma (per la cronaca nata nel 1898) dell’invenzione di un attrezzo di terracotta per scaldarsi lei certamente avrebbe detto: “Invenzione? è il “monaco” e lo usava anche mia nonna”. Lasciamo perdere il fatto che un attrezzo per scaldare il letto si chiamasse monaco, ma il voto di castità era già una favola??, ma come è possibile che un giornale serio pubblichi tali sciocchezze?

Annunci

2 commenti

  1. perchè non si chiamava MONACO ma lo scaldaletto era composto da due pezzi : IL PRETE un marchingegno che unito dalle parti faceva un curva di mezzo metro per inserirci dentro LA SUORA un recipiente pieno di braci che scaldavano le lenzuola ” che goduria”

    Liked by 1 persona

  2. Per un verso concordo, per un altro dissento. Concordo perché spesso i giornali, anche autorevoli, sono approssimativi e imprecisi, particolarmente nelle edizioni web. Spesso, leggendo articoli su argomenti che conosco bene, ho trovato castronerie. In questo caso ci so dovrebbe porre qualche domanda, tipo: ma davvero può portare la temperatura di una stanza, che so, da 17 a 19 gradi? Sarebbe un successone.
    Dissento perché il riuso di una vecchia idea in forma nuova ***è*** un contributo importante, e la realizzazione a basso costo lo è ancora di più. “Prete e suora”, in romagna si chiamavano così, oggi costerebbero un sacco di soldi, in particolare la suora era come una bella pentola di metallo con un lungo manico, per metterci le braci ardenti e portarla dentro il letto, tra le lenzuola tenute alte dal prete http://lacampagnappenaieri.blogspot.it/2010/11/il-fuocoil-prete-e-la-suora.html.
    Comunque ricordo, quando ero bambino e andavo dai nonni per Natale, che alla sera spesso veniva fuori la battuta: “at vet a let cun e prit?”

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...