L’attuale marcia di Selma

DiversitàPartiamo  dall’inizio, o forse dall’inizio della fine della segregazione razziale.

Sono andata al cinema a vedere Selma: la strada per la libertà. E’ un film documentario, non credo abbia  la pretesa di essere bello ma di raccontare fedelmente un episodio storico forse non molto conosciuto ma di grande intensità,  e proprio per questo capace di conquistare chi come me, ama partire dai dettagli per comprendere i meccanismi più ampi, soprattutto quelli delle persone. Questa famosa marcia pacifica avvenne nel 1965 in Alabama tra Selma e Montgomery per rivendicare il diritto di voto dei neri. Era stata promulgata da poco una legge a favore del voto per tutti, ma potremmo dire che mancavano le leggi attuative che localmente, in particolare negli stati del sud, impedivano veramente l’uguaglianza.

I movimenti locali per il riconoscimenti dei diritti chiesero l’aiuto di Martin Luther King che portò il successo sperato, così come le telecamere e i giornalisti per attirare la giusta attenzione sulle crudeltà che si stavano usando sulla gente. Il vero trionfo di questa manifestazione fu però l’unione del popolo, perché da diverse parti degli Stati Uniti arrivarono persone comuni, sacerdoti o volontari ma soprattutto un terzo dei partecipanti era di razza bianca!

La segregazione razziale ci appare oggi come una bestialità, sembra assurdo che ci volesse una legge per sedersi nei posti davanti in autobus, oppure che il personale di servizio della classe borghese americana dovesse avere un bagno per “ la cameriera nera”. I motivi non erano quelli che oggi avrebbero anche avuto un senso (privacy, diritti dei lavoratori, ecc…) no! “I negri attaccavano malattie pericolose che i bianchi non avevano” è la natura! Magari avrete visto il film The Help, ma se non lo avete fatto vi consiglio il libro “L’aiuto”  di Stockett Kathryn , come spesso accade  è molto più coinvolgente del film.

Ma in realtà non voglio parlarvi di Stati Uniti e razzismo ma di Europa ed extra-comunitari, perché mentre guardavo il film non ho potuto fare a meno di trovare tante analogie emotive: noi e loro, paura del diverso e paura di perdere qualcosa.

La parola extra-comunitario spiega tutto

Con extra-comunitario intendiamo una  persona che è esterna alla UE, è convenzionalmente accettata come corretta e rispettosa, ma se ci pensate ha la stessa radice di extra-terrestre, pensate a quanto distanza culturale contiene già! Esprime tutta la voglia di differenziarsi e magari fra cinquant’anni sarà considerata alla stregua di “negro” che all’epoca dei fatti di Selma era  considerata corretta.

La nostra Selma in fondo potrebbe essere Lampedusa dove ogni giorno si compie una piccola battaglia, purtroppo entra nelle nostre case solo quando dal mare arriva morte e disperazione ma la verità è che tutti i giorni qualcuno tenta la fortuna e sogna di arrivare in acque italiane.

Chissà quando vedremo negli extra-comunitari spesso profughi, persone che come tanti dei nostri nonni e bisnonni in passato hanno cercatola fortuna per spazzare via la disperazione, provando ai sopravvivere o a migliorare la propria condizione di vita. Visto che lo Stato siamo anche noi e credo che al momento l’Europa si stia girando dall’altra parte, sarà fondamentale ammettere che non possiamo continuare così.

Se penso alla lotta all’apartheid e a quanto fatica è stata fatta perché diritti basilari diventassero legittimi, faccio fatica a comprendere come mai ciclicamente alcune battaglie di civiltà vanno fatte e rifatte e rifatte…

Oggi Martin Luther King avrebbe avuto 86 anni, cosa avrebbe detto di questa nuova federazione di Stati che sta nascendo nel vecchio continente e la questione del Mediterraneo?

Annunci

3 commenti

    • Grazie! Questo è veramente quello che penso. Chissà cosa avrebbe detto Martin Luther King di fronte alle nostre carrette del mare…..

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...