La primavera della legalità a San Lazzaro di Savena

 

Sono quasi le 13 di una giornata limpida come possono essere solo queste giornate invernali dal vento tagliente, contro il quale poco può fare il sole.

IMG_5093Quella che parte oggi, inaugurata da don Luigi Ciotti, è la primavera della legalità; si inizia presso la Sala Conferenze di Conserve Italia, dove il presidente di Libera ha incontrato gli studenti delle scuole superiori.

Intorno alle 13, don Ciotti e il Sindaco della città Isabella Conti hanno scoperto una targa in una piccola piazza nella zona più nuova della città, tra via Salvo D’Acquisto e via Caselle; IMG_5098bquesta piazzetta prende in tal modo il nome di Peppino Impastato, attivista politico, giornalista e uomo di cultura, ucciso in un attentato di mafia nella notte tra l’8 e il 9 maggio del 1978.

Perché quest’uomo tra le tante, troppe vittime della mafia?

È facile immaginare che si voglia ricordare così il suo coraggio e non solo la sua attività contro la mafia, giacchè forse non tutti lo ricordano, Impastato era figlio di un noto mafioso e imparentato con mafiosi conclamati.

IMG_5117Ancora ragazzo, essendosi dissociato da questa cultura della criminalità, fu cacciato di casa dal padre e diede vita ad una serie di attività, quali la fondazione di Radio Aut, nelle quali denunciava le malefatte delle cosche e in particolare di Gaetano Badalamenti.

Il sindaco Isabella Conti ha parlato della necessità di creare, coltivare e rafforzare la cultura della legalità, unico strumento per sconfiggere la mafia e questo potrà accadere solo se il dibattito sulla criminalità organizzata non si ridurrà a semplici slogan o dichiarazioni di intenti, bensì verrà portato nelle scuole, nelle comunità, IMG_5119perche la mafia non può essere sconfitta solo dalle forze dell’ordine che pure tanto fanno.

Don Luigi Ciotti ha voluto che la targa venisse scoperta da lui insieme ad un gruppo di ragazzi quasi a voler dire che dobbiamo lavorare per dare loro un domani senza mafia e ha sostenuto che la mafia la si sconfigge con un’informazione libera.

La mafia possiamo sconfiggerlo solo noi, tutti insieme, quando la sradicheremo dalla nostra cultura.

 

 

Annunci

5 commenti

  1. Una iniziativa importante perchè dalle parole si passa ai fatti., Riunire in una grande sala gli studenti di 5 plessi delle superiori. e dar loro la possibilità di ascoltare il lavoro quotidiano che Don Ciotti svolge da 20 anni,rispondendo a tutte le loro domante con esempi semplici e reali.
    Interessati a capire come creare quella legalità e onestà individuale che è la base e la sola possibilità di cambiare la società.

    Liked by 1 persona

  2. È giusto partire dai giovani, è la risposta naturale. È La sensibilità che hanno che farà la differenza e li farà riflettere e magari saranno proprio loro a far riflettere i genitori! Sono contenta che San Lazzaro stia diventando un simbolo di legalità!

    Liked by 1 persona

  3. che bel pugno nello stomaco la giornata di ieri,don Ciotti a riportarci alle responsabilità ed all’impegno in prima persona e la sera il film “Centopassi”sulla breve ma intensa vita di Giuseppe Impastato.

    Mi piace

  4. Forse non sono riuscito a dare il giusto spessore ad alcune parole che possono sembrare banali o pura retorica, quando dico di estirpare la mafia dalla nostra cultura. Intendo con quelle parole dire che noi dobbiamo abbandonare il relativismo nella giustizia, ma forse questo potrebbe essere argomento per un futuro argomentare

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...