L’Odore del pane

paneIn questo breve articolo vorrei condividere con voi la mia esperienza di neo-Assaggiatrice di Pane.
Ebbene si…!! Esistono anche gli Assaggiatori di Pane… ma cosa sono esattamente e qual è il loro ruolo?
Facciamo dunque un passo indietro e soffermiamoci sulla popolarità che ad oggi l’alimento pane riscuote tra i consumatori.
Il pane si trova oggi ad essere messo da parte e sostituito molto spesso da surrogati; a torto o a ragione il pane non riscuote più come alimento la popolarità di un tempo.
L’industria panificatoria rispondendo all’esigenza sempre più crescente di cibo veloce da parte del consumatore ha abbassato in molti casi la qualità di questo alimento standardizzandone l’elaborazione e svestendo questo alimento di moltissime qualità.imaosto
Gli artigiani del pane hanno cercato di valorizzarlo differenziandolo dai prodotti confezionati o comunque non freschi, rendendolo però non competitivo a livello di prezzo con quello prodotto dall’industria del surgelato e del precotto .
Come ulteriore conseguenza tutto questo sta anche portando le nuove generazioni a non apprezzare e a non saper distinguere il buon pane dal cattivo, il fresco dallo stantio etc. .. insomma in una sola parola il pane con la P maiuscola. 
In questo panorama sconfortante è nato l’INAP -Istituto Nazionale Assaggiatori Pani- www.assaggiatori-pani.org costituito da professionisti già esperti di valutazione sensoriale di varie matrici alimentari e di processi produttivi, i quali hanno approfondito le loro conoscenze nel settore delle Arti Bianche, con particolare riguardo all’aspetto sensoriale dei pani.
marchioL’INAP organizza varie tipologie di corsi per sensibilizzare il consumatore, quelli amatoriali con lo scopo di promuovere la conoscenza dell’arte panaria di alta qualità, e quelli professionali per conseguire la qualifica di Assaggiatore di Pani.
Lo scopo di tutte le attività è la rivalutazione dell’alimento pane attraverso l’analisi delle sue caratteristiche sensoriali, ripercorrendo un po’ il percorso  che è avvenuto ormai diverso tempo fa con il Vino (con la nascita di figure come quelle del Sommelier ) e che sta già avvenendo con l’olio e con i formaggi.
Tra le altre attività dell’Istituto Nazionale Assaggiatori Pani vi è anche un servizio rivolto ai produttori di pane per la creazione del profilo sensoriale della “Carta dei Pani” della propria azienda; tale carta oltre a contraddistinguere le caratteristiche dei singoli pani comprende   anche consigli d’uso ed abbinamenti con alimenti della gastronomia del territorio d’origine.
E’ stato pertanto depositato il “Marchio Collettivo INAPTM” finalizzato a valorizzare e promuovere il settore panario, mediante un disciplinare regolamentato dal Marchio, accettato e condiviso tra INAP e i Concessionari, che offre caratterizzazione e garanzia a tutela del consumatore.

I primi corsi per Assaggiatore di Pani a cui anche la sottoscritta ha partecipato si sono conclusi la settimana scorsa a Trento: Ecco un piccolo reportage

http://www.assaggiatori-pani.org/news.asp?ID=84

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...