Grani Antichi

farro spighe

Chi non ha mai sentito parlare di Grani Antichi?

In un epoca come quella di oggi dove c’è bisogno di riscoprire i vecchi sapori e  evocare il termine “antico” fa pensare sicuramente a qualcosa di migliore o più sano soprattutto quando si parla di grano.

Intolleranze al glutine e celiachia sono in crescente aumento e sono diventate anche  un campanello d’allarme per chi produce tali alimenti  ora alla ricerca di materie prime alternative che possano soddisfare la propria clientela.

Forse non molti sanno però  che alcune delle  varietà di frumento annoverate tra i Grani Antichi che ora vanno per la maggiore, come ad

esempio il Grano duro Senatore Cappelli, e fra i teneri Gentilrosso e  Terminillo, hanno una storia relativamente recente  .

strampelli

Ad inizio secolo e nel periodo fascista,  ad opera del genetista Nazzareno Strampelli  furono ibridate  di decine di  varietà differenti di frumento. Attraverso il suo metodo innovativo di incrocio mai utilizzato fino ad allora, si riusci ad ottenere una resa maggiore nella produzione  rendendo così anche possibile la vincita  della Battaglia del grano lanciata da Mussolini.

XB1990.669.000

Fino ad allora infatti le colture del grano erano spesso attaccate da parassiti e funghi e la pianta del frumento essendo molto più alta era  poco resistente alle intemperie. Tutto ciò aveva come conseguenza una resa minore in termini di raccolto.

Strampelli quindi fu il precursore di quella che venne successivamente definita Rivoluzione Verde  e che iniziò in Messico nel 1944,  ad opera dello scienziato Norman Bourlang  (Premio Nobel 1970) che portò a termine il progetto iniziato dal nostro connazionale.

Da allora sicuramente di strada ne è stata fatta molta e sicuramente non sempre nella direzione giusta.

Esistono ancora delle varietà “Antiche” quali ad esempio il Grano del Miracolo coltivato nella provincia di Parma ma molte delle farine spacciate come “Antiche” di fatto sono nate in epoche più recenti .

Si tratta però nella maggior parte dei casi di farine provenienti da coltivazioni biologiche e senza additivi aggiunti, il che le rende, anche in termini di nutrienti, una valida alternativa alle altre farine per le quali non è nota neanche la provenienza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...