L’arte di avere ragione

Impariamo il “Debate”

Mercoledì sera, non a caso siamo “Quelli del mercoledì”, ospiti del circolo Strazzari, dopo tanto parlarne abbiamo avuto il nostro battesimo del fuoco.

Si è svolta la nostra prima gara di Debate; tutti curiosi, i giocatori emozionati, qualcuno anche troppo.

Argomento importante o meglio, come usa dire in questa disciplina assunto di partenza: L’immigrazione è una risorsa per l’Italia.

Contrapposte due squadre di quattro persone ciascuna; la squadra affermativa deve dimostrare la correttezza dell’assunto, quella negativa ha il compito opposto.

Immaginate dunque un incontro di boxe dove al posto di diretti, ganci, uppercut ascolterete argomentazioni, metafore, fonti attendibili. Il tutto secondo regole rigorose che renderanno il combattimento verbale corretto e sportivo privilegiando la ragione, la dialettica e perché no, la retorica.

Debate: la boxe dell'intelletto
Debate: la boxe dell’intelletto

Ma perché alcuni del nostro gruppo si sono tanto appassionati a questa disciplina così inconsueta in Italia?

Perché la tecnica di Debate sviluppa significative abilità analitiche, critiche, argomentative e comunicative, sia verbali sia non verbali, in un’ottica di educazione alla cittadinanza democratica e partecipativa. (chi volesse approfondire può leggere il documento allegato Appunti sul debate)

I cosiddetti talk-show televisivi ci hanno abituati per troppo tempo ad una consuetudine comunicativa aggressiva e spesso volgare, dove la prassi è  soverchiare l’interlocutore con una voce più alta, con parole virulente, addirittura con le offese.

Insomma si è instaurata una sorta di legge della giungla verbale, dove i vari Sgarbi, Salvini e compagnia brutta non cercano di prevalere con la forza delle argomentazioni, ma con la violenza dei toni.

Il Debate è il contrario di tutto ciò e oppone al randello della scompostezza il fioretto di argomentazioni basate su dati e fatti, la citazione di fonti attendibili, la metafora illuminante. Insomma è il potere della parola (citando il titolo di un bel film di e con Denzel Washington) al suo meglio e pertanto è una scuola di democrazia e di rispetto per l’opinione diversa.

Cosa sogniamo per il futuro?

Vogliamo continuare per allenarci e diventare sempre più bravi, vorremmo costituire una squadra che domani possa competere con altre, ci piacerebbe diffondere questa disciplina nei giovani delle scuole superiori per sviluppare le loro competenze e una cultura politica davvero democratica.

Fase del debate; il moderatore e una delle due squadre
Fase del debate; il moderatore e una delle due squadre

Mentre ci si salutava ieri sera, una signora del pubblico mi ha detto: “Complimenti bella esperienza e poi ho imparato un sacco di cose nuove”. Ecco, forse senza rendersene conto, questa signora ci ha fatto il migliore dei complimenti perché ha colto lo spirito del Debate: quello delle argomentazioni che arricchiscono e che fanno riflettere.

Chi abbia vinto ieri sera poco conta giacché gli otto giocatori o meglio “debaters” sono stati tutti bravissimi; ieri ha vinto il potere della parola.

NB

Per maggiori informazioni o per partecipare ai nostri prossimi Debate, scrivi a:  tralaviaemiliaeilsavena@email.it 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...