Il racconto dei racconti – Tale of Tales

Ovvero: perché andare a vedere un film di re e regine, principi e principesse, streghe, maghi e mostri?

Tre favole ambientate nel 1600 si alternano sullo schermo, passando dall’una all’altra quasi senza soluzione di continuità, per intrecciarsi insieme alla fine con tutti i personaggi in una festa. La scenografia e la fotografia sono bellissime, le “location”, tutte italiane, sono strepitose, le Gole dell’Alcantara, Castel del Monte, solo per citarne alcune, diventano quasi protagoniste della storia, integrandosi perfettamente con situazioni e stati d’animo dei protagonisti. Il film è anche ben recitato, soltanto Salma Hayek non mi è molto piaciuta, troppo fissa e ingessata nella sua parte di madre possessiva.

Poi ci sono le storie, favole ovviamente, ma che, come spesso avviene nelle favole, parlano anche di sentimenti universali, amori, e in questo caso tutti amori in qualche modo sbagliati. Amore materno troppo possessivo che non comprende il figlio. Amore paterno distratto e sbadato, fino a perdere la figlia, con pentimento finale. Amore lussurioso di un re senza freni e amore fraterno che viene dimenticato appena si affaccia una fortuna insperata. E, come spesso avviene nelle favole, gli amori sbagliati pagano un prezzo.

In definitiva sì, a mio parere c’è motivo per vedere oggi questo film/favola, forse è giusto che non sia stato premiato a Cannes (non ho visto i film vincitori dei vari premi), ma certamente è godibile e non banale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...