SOS EMERGENZA GATTO

Emergenza Caldo… Emergenza Bombe d’acqua (Quelli che una volta erano temporali estivi!)… Emergenze di qua emergenze di la… Allerta su, allerta giù: Che estate faticosa!

In mezzo a bollettini meteo che somigliano sempre più a “ricette” per la sopravvivenza ecco che mi sono imbattuta in una nuova emergenza che ha messo subito in allerta i miei sensi.

Sono da poco passate le 21, quando su una delle rotonde che collega San Lazzaro a Villanova, ecco che il mio occhio cade su un gattino probabilmente randagio che era in procinto di attraversare la strada in una zona decisamente trafficata.

L’istinto ha preso il sopravvento ed ho pensato di fare inversione di marcia per poter mettere in salvo non solo il gatto ma anche i potenziali investitori del piccolo pelosetto a quattro zampe.

Il primo pensiero che ho fatto è stato quello di scendere dall’auto per prendere il cucciolo e portarlo a casa mia offrendogli  riparo e cure temporanee, ma fortunatamente il gattino sembrava avere altri progetti per la serata, così quando mi sono avvicinata il felino è fuggito in mezzo al campo.

Che fare a questo punto?

Il primo gatto2pensiero è stato di chiamare la mia amica Lina Venturi, che da sempre dedica la propria vita al gattile di San Lazzaro e da qui ho scoperto che tutto quello che avevo pensato di fare era completamente sbagliato, così ho chiesto a lei di darci alcune informazioni per affrontare al meglio questo tipo di “emergenza”.

Ecco allora alcuni semplici consigli fornitici proprio da Lina Venturi del gattile di San Lazzaro (www.compagniadeglianimali.it).

“Se vedete animali che sembrano essere in difficoltà per diversi motivi magri, affamati, spaventati e smarriti è necessario:

– non avvicinarsi eccessivamente e mettersi alla distanza che non causi loro ulteriore paura quindi con il rischio che si possano allontanare;

– non tentare di catturarli, si rischia di fare più danno che bene!

– allertare telefonicamente chi, per esperienza e formazione, può avere più probabilità di successo nel risolvere la situazione a rischio, ossia: associazioni di volontariato locali specifiche nel settore gatto o cane e competenti nel territorio (dove ci si trova), associazioni di volontariato specifiche nel settore recupero animali provviste di autoambulanza veterinaria.

E’ chiaro che per questo ultimo punto la cosa più facile da fare al momento è una veloce navigazione con il proprio cellulare, oppure potete chiamare la Polizia  Municipale locale, Ufficio Anagrafe Animale d’affezione (ex Anagrafe Canina) del Comune dove ci si trova e Carabinieri locali”.

Ultima cosa che forse non tutti sanno e neppure io fino ad ora sapevo è che igatto11n base alle modifiche introdotte dal Nuovo Codice della strada,  è diventato obbligatorio, per ogni utente della strada, soccorrere gli animali vittime di incidenti stradali, ponendo in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...