IO SONO AMATRICE, JE SUIS AMATRICE, I’M AMATRICE

a cura di Stefano Rimondini

corretta-charlie-pas-3-libretto-500-2

Satira ? Difficile dire quali sono i confini della satira. Nella mia piccola mente, la satira la pensavo rivolta verso i potenti, estendendola, proprio “tirata”, ai difetti di un popolo.

Fare della strana ironia macabra su dei morti stritolati a seguito di un evento naturale come un forte terremoto, non lo trovo disgustoso o  fuori luogo, lo trovo solo inumano.

Sostenere che per un terremoto notturno di grado 6,2 (tale effettivamente è stato, l’Aquila fu di 6,3) non dovevano crollare interi paesi come è successo, e ironizzare macabramente  su questo, cercando subito solo dei responsabili, è inumano.

Sarà la magistratura ad indagare su alcuni illeciti costruttivi e ci aspettiamo che venga fatta chiarezza.

Pensare di mettere in sicurezza tutti gli antichi centri abitati di 2-4 secoli e oltre, arroccati sui cocuzzoli dell’Italia centrale, è sicuramente auspicabile, ma non facilmente realizzabile, anche in un paese avanzato. E  spostare tutti gli abitanti isatira-ragnon edifici nuovi  ad elevata antisismicità, come qualcuno propone,  è difficilmente realizzabile. Sarebbe perdere la storia millenaria di una nazione, e il  costo, insostenibile.

Augurarsi che terremoti di intensità analoga possano capitare nei graziosi arroccati paesi medioevali della Costa Azzurra o della Provenza, per vedere l’analogo effetto disastroso che fa, è inumano.

Anche  augurarsi che altri islamici facciano ancora irruzione in Charlie Hebdo, è inumano.

nizza-new-imagesweuhy9bfaylan-vignetta-migranti-charlie-hebdo-1

Forse è il caso di prendere opportuna distanza da questa “satira”  inumana e da tutte le “satire” inumane di reazione. Questa presunta “satira” mi ricorda tanto quella verso gli ebrei della Germania hitleriana, qualche anno prima della seconda guerra mondiale, per giustificare prima  ghetti e poi  campi di concentramento e l’olocausto, e anche dopo. A molti piaceva…a troppi.  Ma chissà, forse vedo troppo nero.

satira-imagesd597hapt

Vediamo di isolare questi disturbati mentali necrofili e non dare loro quegli spazi torbidi che reclamano. Ottant’anni fa sappiamo com’è andata a finire, e stiamo ancora discutendo su come possa essere accaduto.

Non scivoliamo nella loro stessa barbarie.

IO  NON  SONO  CHARLIE, IO SONO AMATRICE,  JE  SUIS  AMATRICE, I’M AMATRICE  !

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...