galleria Le mirabolanti avventure di Francesco Zambeccari

A cura di Elisa Barbari ely

Era il 4 settembre 1803 quando 16.000 curiosi provenienti da tutta Italia si radunarono a Porta San Mamolo col naso all’insù per assistere al primo volo umano sul cielo di Bologna. Lo straordinario evento era stato annunciato un mese prima dal marchese Zambeccari.

zambeccari_francesco_ritratto
Ritratto di Francesco Zambeccari

Francesco Zambeccari era un giovanotto all’avanguardia, un genio con una personalità curiosa e in fermento; nato a Bologna da famiglia nobile fu educato e istruito come conviene a persona del suo rango. Da bravo illuminista che si rispetti, il conformismo e gli altezzosi ambienti nobiliari proprio non gli andavano giù, per cui decise di partire ed arruolarsi nella marina spagnola. Qui combattè prima contro i pirati del mediterraneo poi a difesa dei confini marittimi nella rivoluzione americana. Ma il suo temperamento ostinato e insofferente finì col metterlo contro l’inquisizione così da costringerlo ad abbandonare l’Avana e rifugiarsi in Francia. Ed è proprio in Francia che assiste alla novità del secolo: le prime accensioni dei fratelli Montgolfier! Comincia ad appassionarsi all’impresa del volo e ad approfondire gli studi in materia. Si trasferisce a Londra dove sperimenta e realizza il suo sogno nel 1785 superando quota 3000 metri. Due anni dopo, pur di non tornare negli ambienti nobiliari bolognesi, si arruola nella marina imperiale russa ma viene fatto prigioniero dall’esercito turco. Nel carcere di Costantinopoli prosegue gli studi sulla macchina aerostatica. Grazie all’intercessione del re di Spagna riesce a liberarsi dalla prigionia e rientra a Bologna, dove si sposa con Diamante Negrini da cui ha tre figli (tra cui Livio Zambeccari, che diverrà importante patriota del risorgimento).

montgolfierMa torniamo di nuovo a Porta San Mamolo, dove abbiamo lasciato i 16.000 curiosi ad attendere col fiato sospeso il volo del pallone aerostatico. Purtroppo, per problemi tecnici Zambeccari rimanda l’evento il mese successivo, il 4 di ottobre. La folla borbotta, impreca, scalpita ma poi se ne fa una ragione. Il 4 di ottobre a Bologna le condizioni climatiche non sono delle migliori e Francesco è costretto a posticipare nuovamente il volo. Difficile spiegarlo alla folla, diventata seriamente dubbiosa sulle reali capacità del marchese di volare e cominciando a sentirsi presa per i fondelli.

zambeZambeccari capisce di rischiare grosso, di sicuro la sua credibilità vacillava pericolosamente dunque scelse di accendere i fuochi in sordina due giorni dopo a mezzanotte e il suo pallone prese finalmente il volo dalla Montagnola tra l’ammirazione dei pochi presenti. Tuttavia non si diresse verso i cieli della lombardia come previsto, l’aerostato raggiunse quote talmente alte da far perdere i sensi al marchese che rinsavì ormai sui mari dell’Istria. Quando Francesco riprese i sensi non riuscì a evitare il naufragio. Fu soccorso da un peschereccio locale e messo in salvo.

Ma di questa disavventura i bolognesi non erano a conoscenza, qualcuno l’aveva visto involarsi dalla Montagnola e questo bastò a fare di lui l’eroe mondano del momento.

zambeccari_francesco_ascesa
Ascesa del 1804 di Francesco Zambeccari

La sua fama crebbe velocemente, tanto da non poter esimersi dal volare ancora. Nel 1804 si raccolsero oltre 50.000 spettatori sul prato dell’Annunziata, fuori porta San Mamolo per vedere l’incredibile impresa. E il pallone volò, volò eccome.

Programmò un terzo volo su Bologna nel 1812 che però gli fu fatale. La macchina aerostatica a doppia camera da lui ideata prese fuoco a causa del rovesciamento dell’alcol contenuto nel fornello posto a riscaldamento dell’aria. Zambeccari fu costretto a gettarsi fuori dalla navicella in fiamme riportando traumi gravissimi e morendo il giorno seguente.

Fu sepolto presso la chiesa di San Francesco dove si trova tutt’ora per volere della sua discendente Laura Bevilacqua Ariosti. Zambeccari resterà un nome indelebile nella storia bolognese e internazionale e sarà ricordato come un pioniere dell’aviazione italiana.

francesco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...