Lettera aperta alle famiglie con bambini e ragazzi disabili.

                                                                 A Cura di Livia Scagliarini

palermo-assegnazione-provvisoria-con-insegnanti-senza-tittolo
Palermo: assegnazione provvisoria con insegnanti senza titolo

In questi giorni, circa un mese dopo l’inizio delle scuole, girano su FB un sacco di post che denunciano la mancanza di insegnanti di sostegno per i disabili, scuole Elementari. Medie o Superiori.
Non è una novità, oramai ci siamo abituati ad essere gli ultimi della classe.
Quello che mi fa arrabbiare, a quasi 35 anni di distanza, è che le nostre lotte per il diritto alla scuola non siano servite a niente.
La mia esperienza di lotta, come quella di tanti altri genitori, è stata rivendicare uguali diritti per tutti, a partire da quello allo studio. Negli anni ottanta mi trovai a partecipare a un’ assemblea di genitori, convocata per stabilire se mio figlio Fabio avesse potuto ancora frequentare la scuola. Mio figlio allora era l’ unico disabile di un piccolo plesso che comprendeva solo cinque classi, una per ogni anno.

ore-di-sostegno-il-dirigente-scolastico-non-pu%c2%a6-modificarle_
Ore di sostegno, il dirigente scolastico non può modificarle.

Ore
Il grosso problema era riuscire a coinvolgere tutti gli alunni in varie attività: orto, cucina, psicomotricità, disegno, conoscenza e cura del corpo ecc Queste attività venivano infatti considerate dai genitori una perdita di tempo. I loro figli avrebbero dovuto imparare le materie scolastiche, in una visione dell’insegnamento nozionistico e non formativo. Il progetto passò e i loro figli, a mio avviso, impararono tanto, soprattutto a rispettare i più deboli. Molti di loro, da adulti, hanno mantenuto i contatti con Fabio.
Cari genitori, non piegatevi! Portatelo a scuola e pretendete che frequenti, in classe con gli altri ragazzi. Non fate che succeda ciò che avvenne a Fabio alle medie, che restò parcheggiato 3 ANNI IN UNA STANZA ! Fuori da tutto e da tutti, disperdendo gran parte dei risultati faticosamente ottenuti alle elementari, con effetti negativi per cui ancora oggi paghiamo le conseguenze.
Se non lottate, il prossimo passo sarà la riapertura di strutture che nessuno oserà chiamare MANICOMI, ma che con essi avranno molto in comune.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...