immagine I fittoni sono tanti ma solo uno è venerabile

A cura di: Elisa Barbari

graziano.jpg

Foto di Graziano Cornia

A Bologna i paracarri in pietra si chiamano fittoni, testimonianza di un passato che riaffiora in ogni angolo della città.

Non si può parlare di fittoni senza menzionare Lui, il Fittone venerato dai goliardi. Fu posto originariamente in via Spaderie nel 1870 dal Comune di Bologna per impedire l’accesso alle carrozze. Via Spaderie era una di quelle stradine medievali del centro, scomparse col piano di riammodernamento urbanistico. Collegava il Portico del Pavaglione al Mercato di Mezzo. Venne smantellata per ampliare via Rizzoli così da permettere  la circolazione dei mezzi di trasporto pubblici.

fittone1111
Il Fittone di via Zamboni (Foto tratta da Goliardia Bologna )

Quel fittone però era punto di ritrovo della movida studentesca, simbolo irrinunciabile della goliardia bolognese. Quando fu rimosso dai lavori urbanistici si sollevò forte la protesta dei goliardi che occuparono persino il municipio fino a quando riuscirono ad ottenere il venerato fittone e lo trasportarono  con tanto di corteo in pompa magna in via Zamboni, dove venne solennemente murato al suolo. E’ il 13 maggio 1912, l’anno della traslazione del Fittone.

Oggetto di vari tentativi di “rapimento” da parte dei goliardi modenesi, mantovani, fiorentini e ferraresi, il fittone subì gravissimi danni. In una occasione fu persino  spaccato in due da un autovettura che gli si scagliò contro a tutta velocità.  Una volta ricomposto col supporto di un perno di ferro, si tentò di proteggerlo coprendolo con una rete metallica. Tuttavia negli anni ’60 fu tranciata anche la rete e il Sacro Fittone ne uscì tragicamente sgretolato.

A questo punto le istituzioni cittadine decidono di occuparsi dell’oggetto affidandone il restauro all’Università (era pur sempre un fittone del 1870!)  e al suo posto posano una lapide a memoria del simbolo,  lapide che verrà trafugata di  a breve.

Una fedelissima copia del prezioso Fittone si trova all’inizio del portico di Palazzo Poggi in via Zamboni. Le incisioni S.V.Q.F.O. Sacer VenerabilisQue Fictonis Ordo si riferiscono al Sacro e Venerabile Ordine del Fittone della Goliardia bolognese da sempre contraddistinta da quell’eccentrico spirito spavaldo e burlone che ancora oggi anima gioiosamente le strade cittadine.

fittoni2-paolo-monti
Fittoni di Bologna (Foto di Paolo Monti)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...