PREVENIRE TUMORI : MANGIARE BENE ED EQUILIBRATO

di Nik e Stefano Rimondini

cibo untitledMANGIARE BENE ED EQUILIBRATO

 

Le cose più facili e semplici non sono seguite dall’uomo, è stato spiegato al convegno tenutosi sabato scorso, 6 maggio 2017, nell’Aula Magna di Santa Cristina, durante il convegno intitolato, CIBO E TUMORI: TRA SCIENZA, OPINIONI E MODE.

Il Dott.Claudio Zamagni oncologo e primario dell’Istituto Addari dell’Ospedale Sant’Orsola, che ha condotto il Convegno ha insistito sull’importanza della ricerca, della validità dei dati scientificicibo 3 untitled e della prevenzione. Non sono da prendere ciecamente in considerazione le pubblicazioni di carattere divulgativo, le opinioni, ma le prove certe fornite dalla scienza. I nostri avi, soprattutto agricoltori, mangiavano cibo più sano, lavoravano faticosamente nei campi e mangiavano i tortellini o le lasagne solo nelle feste comandate. Oggigiorno siamo pervasi da mille tentazioni e da riviste e programmi televisivi che cibo 4 imagesci bombardano di cibo. Dobbiamo poterci fidare dei prodotti e delle etichette dei prodotti che compriamo al supermercato? Una domanda ricorrente delle   sue pazienti è “Cosa posso mangiare o evitare per ammalarmi di tumore?”.

Il Dott.Nicola Villanova, nutrizionista e gastroenterologo dell’Ospedale Sant’Orsola ha iniziato la sua relazione dal racconto di una vicenda biblica, che ha preso il nome di sindrome di Naaman. Naaman il lebbroso, ministro del re di Siria, si recò dal Profeta Eliseo in Israele disposto a pagare qualsiasi cifra per ricevere opportune cure mediche, ed era rimasto deluso ed offeso quando Eliseo gli suggerì semplicemente di lavarsi sette volte nel fiume Giordano. Superata la scetticità nei confronti di quella cura assolutamente banale, seguì gli ordini di Eliseo e guarì dalla lebbra.

Nella sindrome di Naaman può dunque essere identificata la scarsa considerazione che spesso viene riservata alle modificazioni dello stile di vita nella prevenzione e talvolta nello stesso trattamento di alcune patologie. -Vincere tale sindrome significa dare il giusto valore a quello che è il ruolo della prevenzione nella società odierna. Mangiare meno per evitare l’obesità, pochi dolciumi per prevenire il diabete, evitare il fumo, ingerire poco alcol, poca carne rossa (solo una volta la settimana), pochi insaccati (150 cibo 5 untitledgr.alla settimana) verdura e frutta almeno 300-400 grammi al giorno. Alcuni dei tanti consigli per prevenire le diverse patologie per chi segue diete errate, ma che incontra da parte della maggioranza tanta resistenza, pur essendo norme elementari e facili.

La psicologa Margherita Galli ha sottolineato i vari aspetti della psiche legati al cibo e la consapevolezza che non sempre abbiamo di questo. Osservare il colore del cibo, sentirne il profumo, masticare lentamente, cercare di immaginare gli ingredienti di cui è composto, dove questi sono stati prodotti, entrare più in contatto con gli alimenti che nutrono il nostro corpo e la nostra mente. Prudenza a coloro che seguono regimi alimentari come quello dei vegani, vegetariani, per non incorrere in carenze vitaminiche o disturbi all’apparato cardio-circolatorio.

cibo 6 untitledIl cibo biologico è stato trattato da ALCE NERO, oltre mille agricoltori, apicoltori e trasformatori biologici impegnati dagli anni ‘70, in Italia e nel Mondo, nel produrre cibi, frutto di un’agricoltura che rispetta la terra che non usa la chimica per la coltivazione dei suoi prodotti, ma solo concimi organici.

E’ poi intervenuto un panificatore che è tornato alla produzione del pane con i grani di una volta e che hanno un profumo buono, antico e una fragranza straordinaria.

Il cibo nella grande distribuzione con tutte le garanzie è stato trattato dal Direttore della qualità di Coop, Renata Pascarelli, che ha spiegato il grande impegno e la serietà, trasparenza, nella scelta dei prodotti e la loro etichettatura.

Concludendo, il leit motiv più volte ribadito dai vari relatori: più attività fisica, spesa consapevole, utilizzare cibi di stagione, variare i cibi, mangiare un po’ di tutto senza esagerare. Non è DIFFICILE, ricordate Naaman.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...