Le discipline umanistiche migliorano l’apprendimento

Per capire meglio questa iniziativa invito alla lettura  dell’articolo Debate al Liceo Copernico dove illustro  in cosa consiste e come si svolge un dibattito.

Oggi pubblichiamo l’intervento dei debaters Chiara Scandellari, Anita Quarantotto, Rebecca Agazzi, Chiara Buganè, Martina Cenacchi, Alessia Mastrototaro, Beatrice Bevilacqua e Giorgia Calandrino.

logo

Certo è che l’Italia ha una patrimonio letterario immenso: da Dante a Guido Cavalcanti, da Guinizzelli a De Lentini, da Manzoni a Petrarca e da Boccaccio a Leopardi.

Noi studenti ormai da generazioni studiamo questi autori che occupano libri e libri di letteratura. Ma tutti i nostri sforzi per interpretare le poesie, i testi, i racconti di questi autori sono davvero utili? Ci possono servire nella quotidianità?

Le scienze umane possano aiutare l’approfondimento scolastico e la crescita formativa dello studente, infatti le scienze umane, come l’italiano e le lingue straniere, ci aiutano a parlare e a studiare la grammatica, necessaria per esposizioni e interrogazioni di qualunque materia.

La Storia, ad esempio, ci fornisce i concetti basilari per capire gli avvenimenti di oggi, studiando quelli del passato; inoltre crediamo che le materie scientifiche come la matematica non ci aiutino a ragionare veramente, poiché dopo aver trovato la soluzione di un esercizio tutto termina li, senza un “feedback” positivo per la crescita personale dello studente; al contrario invece la filosofia ci aiuta a ragionare sul lato umanistico e sociale dell’uomo.

Possiamo concludere che sì, le materie umanistiche migliorano l’apprendimento senza ombra di dubbio, in quanto esse sono innanzitutto discipline che aiutano gli studenti nella loro personale crescita formativa, psicologica e culturale, la letteratura consente di ampliare gli orizzonti e a non soffermarsi solo sulla parte superficiale dei fatti ma ad andare oltre, interpretandoli soggettivamente. Le lingue, inoltre, sono un esempio perfetto per descrivere quanto le materie umanistiche siano importanti: rinforzano  la comunicazione, favoriscono l’interazione e ad espressione sia orale che scritta, inoltre aprono, a chi le conosce, un futuro anche all’estero che di certo senza la loro conoscenza risulterebbe difficile. osserviamo infatti che l’esercizio di matematica, un problema o un’equazione, dopo averla risolta, termina lì, il risultato è uno solo e non è discutibile ma se invece pensiamo ad una poesia, essa può essere interpretata in molti modi diversi, possiamo cogliere più sfumature e particolari, e questo ovviamente dipende tutto dalla persona che la legge e da come la interpreta.

Come molte persone credono la matematica e gli studi scientifici in generale sembrerebbero più utili ad affrontare la vita di tutti i giorni, noi crediamo invece che le condizioni importanti per poter vivere in una comunità e sapersi inserire siano proprio le conoscenze delle lingue per potere interagire con le persone e la conoscenza del passato. Le materie umanistiche sono un mezzo di continua crescita intellettuale poiché si è sempre in contrasto con persone che hanno idee diverse la cosa più stimolate e che ci permette di esprimerci liberamente è che nessuna idea risulta mai completamente sbagliata come invece accade nelle materie scientifiche. Il continuo ragionare e mettersi in contrasto con altre idee è per noi uno di stimolo mentale che ti permette di non abbandonare mai completamente le tue ricerche. Sosteniamo inoltre che ,prendendo come esempio il mestiere del professore di materie umanistiche, non si finisce mai di imparare anche essendo a confronto con ragazzi giovani che sicuramente hanno meno esperienza e conoscenze.

Siamo infatti convinte che le discipline umanistiche ci formino molto a livello morale oltre che intellettuale perché, come affermava anche Montaigne, un buon educatore ha “la tete bien faite plutot que bien pleine”, il che significa appunto che non è importante avere una conoscenza superficiale di tante nozioni, al contrario è più importante avere una mente aperta ed elastica che sappia pensare bene, con rigore e sostanza, una mente capace di capire ed elaborare concetti fondamentali proposti da fonti esterne, facendoli propri e riuscendo ad utilizzarli per affrontare quello che si incontra lungo il cammino della vita. Come sosteneva anche Machiavelli, riteniamo che se tutti gli uomini avessero conoscenza della legge e delle vicende storiche, avrebbero quindi una coscienza morale ed etica, che permetterebbe a loro, e quindi all’umanità intera, di vivere armoniosamente ed in felicità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...